NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Tecnologie

La Verbano Film realizza i propri prodotti mediante il processo di estrusione da testa piana, meglio conosciuto come estrusione CAST.
Durante questo processo la materia prima, nel nostro caso il polipropilene (in forma granulare), viene lavorata e trasformata in un film flessibile dello spessore e della larghezza richiesta.


Il film è ottenuto secondo i seguenti processi di estrusione:

MONO-strato, formato totalmente da una sola stratificazione (in spessore) della materia prima usata o da una miscela (blend).

CO-estruso, formato da più stratificazioni (in Verbano, massimo 3) di materie prime o miscele (blend). Gli strati, nei film co-estrusi, possono variare tra loro, in rapporto allo spessore totale del film estruso e secondo la formulazione e l’utilizzo dello stesso.

Nominalmente, il potenziale produttivo delle 4 linee installate in Verbano Film, si attesta attorno alle 16.000 t/anno.
I film realizzati, a seconda del prodotto e delle applicazioni, possono avere:
- spessori tra i 25 micron (minimo) e i 280 micron (massimo).
- larghezza massima 2700 mm.
- diametri massimi delle bobine prodotte 1000 mm.

Le linee di processo, principalmente operative nella produzione di film destinati all’imballo flessibile per alimentari e/o igienico sanitari, sono installate in ambienti protetti da potenziali contaminanti ambientali, quali polveri e/o insetti (2 camere di sovra-pressione) (foto)(foto)(foto)(foto).
Questi fattori, nella fase d’avvolgimento dei film in bobina, sono determinanti ai fini qualitativi del prodotto stesso. All’interno delle camere viene immessa aria finemente filtrata e condizionata mediante 2 unità di trattamento aria (UTA); questo permette anche di mantenere un clima stabile e controllato, condizione ottimale per la ripetibilità dei processi produttivi. Per questi prodotti, dove i contaminanti ambientali e/o difettivi di processo quali infusi, puntinature, microfori non sono ammessi (o lo sono secondo precise tolleranze), sono previsti controlli qualitativi mediante scansione/identificazione ottica prima dell’avvolgimento. I controlli sono registrati per singola bobina prodotta e vengono utilizzati come guida nelle successive lavorazioni interne (eliminazione degli stessi) o come certificazione/storico a corredo della bobina stessa, se prevista in consegna.

Per sua natura il CPP, o polipropilene cast, a seguito del processo di filmatura (estrusione cast) necessita di un periodo di stabilizzazione, che in Verbano Film viene normalizzato e velocizzato all’interno di una camera di stagionatura o camera calda (foto).

A completamento dell’offerta Verbano Film, vi sono i servizi di ispezione, taglio-avvolgimento (3 linee)(foto)(foto) e mono-piegatura (2 linee), dei propri prodotti.